Tu sei qui
Home > Blog > Zoolander 2 – Nel ruolo di Justin Bieber

Zoolander 2 – Nel ruolo di Justin Bieber

Qualche mese fa ho avuto la fortuna di partecipare come stuntman nel film Zoolander 2 che uscirà proprio oggi 11 Febbraio. Un’esperienza incredibile, essendo il primo lavoro nel cinema ed aver conosciuto Justin Bieber.

Come sono finito a fare Zoolander 2?

Partiamo dal presupposto che mi è sempre piaciuto e come potrei leggere dai miei articoli vecchi(li trovi qui) ballare Hip-Hop mi ha fatto avvicinare al mondo della Breakdance ed ho scoperto la passione per l’acrobatica e il parkour dilettandomi con qualche salto imparato vedendo video su youtube o semplicemente seguendo l’istinto di sopravvivenza cercavo di cadere in piedi.

L’anno scorso nella mia scuola di danza ha aperto un nuovo corso specializzato in acrobatica. Sono entrato subito in buoni rapporti con l’insegnante Freddy Regazzo aveva notato che ero portato e a me lui piaceva come insegnava.

Lui già doveva fare qualche scena in Zoolander 2 ma successivamente cercavano un doppio stuntman di Justin Bieber per velocizzare le riprese e mi disse di mandare qualche video e foto che ci sarebbe stata la probabilità di partecipare nel film. Non ebbi più notizia di questo film, avete presente quelle cose che vengono dette tanto per, e poi passano in cavalleria, bhe pensavo fosse una di quelle, fino a quando un pomeriggio mi arrivò una chiamata da Freddy e mi diceva che mi avrebbe messo in contatto con una persona per fare queste dannate riprese…

Erano circa le 15 del pomeriggio ero in giro con i miei amici a farmi i fatti miei, mi chiama Freddy e velocemente mi mette in contatto con questo signore Franco Salamon, mi chiese qualche foto e poi mi disse che dovevo stare alle 17 alla bocca della verità, che li avevano allestito i camion per preparare gli attori alle scene e che avrei lavorato tutta la sera! Chiamai mia madre tutto soddisfatto gli dieti la notizia, passai a casa veloce mi cambiai e corsi li!

Preparazione

Dopo aver combattuto il tempo per arrivare puntuale per colpa del traffico di Roma, ci misi un po’ a capire dove si entrava e ci misi ancora di più a convincere la sicurezza ad entrare nell’area riservata perché non credeva che io dovevo girare il film pensava che ero uno di quei tanti fan impazziti che avrebbero fatto di tutto pur di vedere Justin.

Alla fine vedo Franco da lontano mi vide e mi fece entrare e di corsa mi manda nel camion allestito per i truccatori, mi cominciano ad attaccare tutte ciocche di capelli biondi fino a quando i miei capelli veri non si vedevano più e sembrava davvero che mi avessero fatto una tinta bionda. Mi disegnarono i tatuaggi che ha Justin sul collo e mi chiusero il lobo delle orecchie, si perché avendo i dilatatori con un impasto per make up hanno dovuto mettermelo nel lobo e poi colorarlo con il fondotinta.

Finito ciò corro da una ragazza che mi da i vestiti che mi servivano per le scene mi danno una stanza personale dove mi cambiai e posai le mie cose, mi hanno dato anche il capotto loro. Io esco tutto tranquillo e una ragazza mi dici “prendi quello che ti serve perché qui torniamo alle 6 di mattina”... io pensavo scherzasse, mi avevano detto che avrei lavorato tutta la sera e sono abituato a fare prove fino all’1/2 di notte con il mio insegnante di Hip-Hop, ma non pensavo di dover lavorare tutta la notte essendo stato avvisato all’ultimo secondo e la mattina non mi ero svegliato tanto tardi… Però chi se ne frega, ma quando mi ricapita un esperienza del genere, ho posato tutto e ho seguito la ragazza sulle scene!

Inizio delle riprese di Zoolander 2

Arrivai sul set ero un po spaesato… non sapevo cosa dovevo fare, mi sentivo impacciato e soprattuto temevo di non essere all’altezza di quello che mi era stato chiesto. Quindi mi siedo e aspetto il mio turno, inizialmente mi stavo un po annoiando, non dovevo fare nulla solo aspettare. Poco prima di iniziare a far sul serio viene Ben Stiller che si presenta a me… lui che si presenta a me ahahah stranissimo, mi chiese il mio nome e se io ero lo stuntman e poi si girò a parlare con un suo collega.

Arriva il mio turno, finalmente, erano le 22 e ancora dovevo iniziare e stavo sul set dalle 20… Mi spiegano la scena cosa dovevo fare, inizialmente dovevo fare un semplice salto atterrare a terra e togliermi il cappuccio che poi la mia faccia con i tagli dei video doveva diventare quella di Justin!

zoolander 2 justin bieber

E proprio qui mentre giravo la scena vidi un ragazzo biondino che veniva verso di me e mi disse “Hi, I’m Justin” per quanto non mi fosse importato niente di lui, le sue canzoni non mi sono mai piaciute e nemmeno come persona da quello che potevo leggere sui internet e giornali, devo dire mi ha fatto davvero strano inizialmente vedere una delle persone più conosciute al mondo, e mi ha fatto ancora più strano la gentilezza di come si è presentato e mi ha stretto la mano tanto da rimanerne colpito e capire che lui è una persona come noi (più meno ahaha non tutti hanno i suoi soldi, infatti lo fissavo e pensavo “I sordi tua“).

La seconda scena stavamo in una vietta dietro il Colosseo dove era stata allestita un impalcatura, Justin, ovvero io, dovevo essere inseguito da 2 moto scavalcare un impalcatura e fuggire dietro un vicolo, dopo qualche prova per prendere il tempo con i stuntman motociclisti tutto andava liscio come l’olio, sembrava davvero troppo facile, talmente facile che lo notò anche il coordinatore dei stuntman, tanto che mi disse “it’s too easy, we can try with this piece of wood” in poche parole? Pensava che mettere una bella trave di legno davanti l’impalcatura avrebbe reso tutto più figo (poi vedrete nel film) . Si era più figo ma prima che riuscissi a capire il modo con cui scavalcare questa trave diedi tantissime botte alle ginocchia e alla tibia che mi cominciavano davvero a far male, non mi sentivo all’altezza e avevo paura di non soddisfare le loro aspettative! Cosi provai a saltare l’impalcatura in un altro modo con un sideflip (è un salto laterale come una ruota senza mani solo chiuso, è difficile da spiegare fate prima a cercare su youtube)… cose da matti, infatti dieti una capocciata incredibile e mi uscì un livido e un bozzo sulla fronte, infatti lasciai stare il sideflip ma riuscì a saltare l’impalcatura, una volta che ci avevo preso la mano mi veniva tutto con scioltezza e in poco tempo finimmo la scena, certo mi era costata una capocciata e le ginocchia quasi rotte…

Poi feci altre scene meno importanti e piccole e conobbi il primo stuntman, scopri solo successivamente che era lo stesso che aveva lavorato in “The Amazing Spiderman” io stavo contribuendo a girare un film con colui che stava dentro la tuta di Spiderman, ancora oggi non ci credo.

Credo di essermi meritato un mi piace?

La cosa fantastica che mi sono sentito un VIP per un giorno, sono arrivato mi sono seduto e mi hanno truccato mi scortavano da una scena all’altra con una specie di “auto blu”, mi chiamavano da tutte le parti e tutti sapevano il mio nome… “Ivan sul set 1, Ivan sul set 2″…wow, non finivo in tempo di finire una scena tutti che correvano verso di me per sistemarmi il trucco e i vestiti e a curarmi il bernoccolo che avevo in fronte… La cosa più strana che quando uscì dai camion alcune ragazze che stavano li mi hanno scambiato per Jusitn e gridarono “è Justin” mi sentivo fissato in 2 secondi si erano affollati e mi fissavano poi notarono che solo lo stuntman, ma non gli importava tanto rimanevano comunque li a fissarmi.

Ormai era davvero tardi erano le 5 del mattino e io ancora stavo finendo di girare le scene, mi sono reso conto che il cinema è davvero un mondo impegnativo e magico. Una cosa che mi ha colpito è che se seguivi la linea visiva della telecamera e le scene e l’ambientazioni erano perfette, se ti spostavi di un solo passo a destra o sinistra vedevi cosa c’era dietro un film, persone, macchinari, oggetti di scena, tutto era nascosto dalle telecamere. Incredibile sono rimasto davvero affascinato.

Tutto figo ma la cosa più bella ancora devo dirla, come ho scritto all’inizio dell’articolo ho avuto la possibilità di conoscere Justin, in un momento che in cui io avevo appena finito una scena, passa di li’ Bieber che mi chiede cosa ho fatto alla testa, era impossibile non notare quel bozzo sulla fronte! Gli dissi che stavo bene e e poi si mise a chiacchierare con me come se niente fosse, facendomi un po’ ricredere da quello che si diceva sul suo conto! Mi rivelò anche che il Sabato successivo sarebbe andato a New York a vedere l’incontro di Mayweather, incredibile ahahah! Ho notato che nonostante tutto era davvero semplice e alla mano.

Un’esperienza incredibile, non smetterò mai di ringraziare Freddy per questa opportunità, chissà se mi ricapiterà una cosa del genere, spero di si, ho scoperto che è bello lavorare nel cinema… e anche molto redditizio!

Titoli di coda #Zoolander2 #ivanmosetti ?? #proudofme #stuntman #justinbieber

Una foto pubblicata da Ivan Mosetti ♪ (@ivanmosetti) in data:

Vabbe dai ora se siete arrivati fino a questo punto del mio articolo dovete andare al cinema a vedere Zoolander 2 e alzarvi in tutte le scene in cui vedete Justin che fa cose fighe perché o sono io o l’altro stuntman che ha fatto spiderman, e dovete alzarvi e gridare “QUELLO E’ IVAN” aahahah e visto che ci siete mi sarò meritato un bel like? e condividete spargete la voce su chi c’ha rimesso le ginocchia al posto di Justinoooo

Ivan Mosetti

Ho molte passioni, forse troppe, è stato davvero difficile trovare il tema centrale di questo blog, ma dopo settimane di scervellamenti sono arrivato alla conclusione che essendo un blog personale io devo descrivere dettagliatamente ciò che sono veramente le mie passioni hobby e passatempo.

http://www.ivanmosetti.com
Top